Tutte le barriere in 6 metri

L’ordine degli Ingegneri di Verona ha realizzato una “pedana esperienziale, una struttura modulare in acciaio, lunga 6 metri e larga quasi 3, che riproduce un normale percorso cittadino con tutti gli ostacoli del caso”.
Sarà allestita nel cortile della sede dell’Ordine e permetterà a chiunque di affrontare su sedia a rotelle ogni tipo di ostacolo, dal fondo stradale all’accesso a un bagno.
L’assessore responsabile, entusiasticamente ha promesso che la pedana sarà esposta nelle circoscrizioni in modo che tutti – cittadini e amministratori – possano «vivere in prima persona un’esperienza che non si dimenticherà facilmente».
Interessante, anche se sarebbe meglio che le esperienze sugli ostacoli che impediscono la mobilità dei disabili venissero fatte sulle strade e altri luoghi pubblici dove col cammino del singolo interferiscono molteplici variabili: gli altri, il traffico, i rumori, la praticabilità degli accessi e la loro continuità, i parcheggi anomali, le radici emergenti, gli avvallamenti, etc.
È solo la pratica reale che può dare una misura delle difficoltà e suggerire a chi amministra le soluzioni più efficaci.
Va bene tutto – convegni, studi, pedane, idee… – ma sarebbe ora di cominciare davvero a eliminarle le barriere. E sono tante.

 

0Shares
Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •