Giuseppe Conte, il pio

«Padre Pio ora è al governo perché vive nel cuore di mio nipote, il premier Giuseppe Conte».
Si titola così l’intervista dello zio del presidente del Consiglio Conte a DiPiù. Un dialogo con il settimanale che sta diventando piuttosto virale.

Fedele Conte, 80 anni, è prete cappuccino e racconta di quanto il presidente del Consiglio sia molto legato a San Giovanni Rotondo, dove ha trascorso gran parte dell’infanzia. A chi gli chiede del nipote risponde: «Io ripeto che possono fidarsi: è un uomo perbene, che ha tutti i requisiti per governare l’italia, e poi su di lui c’è anche la luce di Padre Pio». Padre Fedele e suo fratello Nicola (papà di Giuseppe ndr) sono molto devoti. «Siamo figli spirituali di padre Pio – spiega a DiPiù – abbiamo conosciuto personalmente il frate santo e abbiamo trasmesso a Giuseppe la fede e i sani principi della nostra famiglia: siamo gente abituata a rimboccarsi le maniche, nessuno ci ha regalato niente, e Giuseppe è cresciuto con questi valori. Vada a vedere con i suoi occhi dove è nato e capirà che cosa intendo, anche lui è partito dal nulla…». [giornalettismo.com]

Spread the love
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares
  •  
    7
    Shares
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  

0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *